CRAC

NOVITA'

(1/1/2019)

Nell'anno appena concluso abbiamo avuto la dimostrazione di quanto sia ancora vivo in tutti noi lo spirito di quaranta anni fà, quando è nata la nostra associazione, e come la comunità di vecchi e giovani sia ancora coesa a salvaguardia dell'opera realizzata in quest'arco temporale.

Il generoso contributo volontario per il rifacimento della copertura del padiglione dei giochi, che al momento (18/03/2019) ammonta a 10.030 €, ne è la concreta conferma.

Sottolineo anche l'impegno dell'attuale gruppo dirigente, subentrato ormai da qualche decennio alla vecchia guardia, che nel corso dell'anno passato ha quasi concluso l'iter di acquisizione e regolarizzazione catastale della struttura.

Nella mia veste di ex presidente del circolo rivolgo a tutti un commosso ringraziamento ed un augurio per un felice e prospero 2019 (Vittorio Ferretti)

Per chi fosse interessato a contribuire al rifacimento della copertura del padiglione, si segnala di seguito l'IBAN
IT35X0617532160000000219180
intestato al "CIRCOLO RICREATIVO AMICI CASONI"

IL PAESE


Casoni è frazione del Comune di Fontanigorda, in provincia di Genova. Il paese è situato a 880 m di altitudine, vicino alle sorgenti del Sermigliasca, affluente del Trebbia. Con tutta probabilità, il suo nome deriva dalla forma delle prime costruzioni adibite a casolare (localmente nominate casun). A partire dal 1500 queste case furono permanentemente abitate dai Ferretti. Forse precedentemente erano state di proprietà dei Fregara, banditi dopo la caduta dei Fieschi (1547). I primi casolari erano in parte col tetto di paglia e con i muri ricoperti a gradoni di pietra, secondo il metodo celtico. All'inizio del 1600 le case di Casoni ospitavano soltanto cinque famiglie, tutte del casato dei Ferretti: I Meneghetti e I Girumetti alle Cadato, I Micheloni, i Bruoxi e i Ciappizzi alle Cadabasso. Attualmente le antiche case sono quasi tutte ristrutturate e, con le nuove costruzioni, ammontano ad ottanta unità, quasi totalmente ancora di proprietà dei Ferretti. La parrocchia, oltre Casoni, comprende le ville di: Vallescura e Montaldo, le più antiche, fondate ed abitate dai Benazzi, Villanova e Mezzoni, risalenti alla seconda metà del 1700, ed in fine Barcaggio, da sempre abitata da famiglie Ferretti detti Barchi, dai quali prese il nome la località.